Nove fondazioni insieme per favorire l’autonomia e l’inclusione dei giovani migranti sul territorio italiano, garantendo il pieno rispetto dei diritti dei minori

 

Un’iniziativa sul territorio italiano dedicata ai minori stranieri non accompagnati, per la loro accoglienza e integrazione.

 

Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, Fondazione CON IL SUD, Enel Cuore, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Monte dei Paschi di Siena e Fondazione Peppino Vismara hanno unito gli sforzi nell’iniziativa Never Alone, per un domani possibile, che promuove in Italia una serie di azioni volte a favorire l’autonomia e l’inclusione dei giovani migranti e a costruire una nuova cultura dell’accoglienza.

 

Al centro di questa collaborazione, la volontà di promuovere soluzioni innovative per l’accoglienza, l’integrazione e l’accompagnamento verso l’età adulta degli stranieri e per contribuire a creare una maggiore consapevolezza sul tema, sia nell’opinione pubblica sia tra le istituzioni nazionali ed europee.

 

Il contesto

 

Per minori stranieri non accompagnati si intendono i minorenni che si trovano in Italia soli, privi di assistenza e rappresentanza da parte dei genitori o di altri adulti per loro legalmente responsabili.

 

Secondo i dati del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, i minori stranieri non accompagnati presenti in Italia a fine 2011 erano circa 6.000, ma a giugno 2017 erano triplicati. Provengono prevalentemente da Gambia, Egitto, Guinea, Albania, Nigeria e Costa D’Avorio. I minori accolti, in assoluta prevalenza di genere maschile, hanno tra i 15 e i 17 anni e presentano specifiche esigenze[1]. A questo scenario si aggiungono i giovani che risultano irreperibili: sarebbero almeno 10.000 i bambini e ragazzi scomparsi dopo il loro arrivo in Europa, esposti al rischio di sfruttamento, abuso sessuale o lavorativo da parte di reti criminali.

 

La situazione italiana si inserisce in un quadro europeo complesso e mutevole: lo sviluppo di efficaci percorsi di inclusione dei minori stranieri non accompagnati è una sfida che va oltre le frontiere nazionali e richiede risposte a livello europeo.

 

Never Alone, per un domani possibile si inserisce nel programma europeo EPIM – European Programme on Integration and Migration, un’iniziativa congiunta di diverse fondazioni europee nata per promuovere progetti con lo stesso obiettivo in Italia, Grecia, Germania e Belgio, che ha mobilitato risorse per oltre 6 milioni di euro. I risultati vengono rilevati, validati e diffusi attraverso un sistema di monitoraggio attivo a livello nazionale ed europeo che consente l’individuazione delle migliori pratiche implementate e promuove la loro messa in rete a beneficio di tutti i Paesi e i territori impegnati nell’accoglienza dei giovani stranieri.

 

[1] Dati Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali (per saperne di più: http://bit.ly/2fCDcbv)