Otto progetti per un domani possibile

Dal mese di aprile 2017, sono operativi sul territorio italiano otto progetti selezionati nell’ambito del Bando “Accoglienza e accompagnamento dei minori e giovani stranieri non accompagnati che arrivano in Italia soli”, promosso nel 2016 nel quadro dell’iniziativa Never Alone, per un domani possibile.

Le voci dei protagonisti

La storia di Alì

Quando Alì arriva in Italia ha 15 anni, una brutta ferita e non parla. Alì passa sei mesi in una comunità alloggio, poi viene trasferito in un progetto di seconda accoglienza poco adatto a un adolescente: vuole uscire, essere indipendente e iniziare una nuova vita, così finge di essere maggiorenne. Oggi Alì vive da solo e lavora, ma la sua storia è un’eccezione: per ogni ragazzo che ce la fa, molti si perdono. Dal barcone a una vita indipendente la strada può essere molto lunga: una guida, un tutore volontario o una famiglia di riferimento possono fare la differenza.

Mai più soli

Pratiche di accoglienza a misura di ragazzo

Garantire un’accoglienza su misura ai minori che arrivano soli in Italia, tra i territori regionali di Calabria, Campania, Lazio, Umbria, Veneto, con interventi differenziati per i minorenni e per i ragazzi nella fase di passaggio alla maggiore età: è la sfida dei sei partner coinvolti nel progetto.

L'impatto sociale dei progetti

Nel 2016, Fondazione Cariplo, Compagnia di San Paolo, Fondazione CON IL SUD, Enel Cuore, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e Fondazione Monte dei Paschi di Siena hanno unito gli sforzi nella prima edizione del Bando “Accoglienza e accompagnamento dei minori e giovani stranieri non accompagnati che arrivano in Italia soli”.

 

Gli otto progetti selezionati vedono la partecipazione complessiva di 75 enti tra associazioni del terzo settore ed Enti pubblici e propongono interventi per l’accompagnamento all’autonomia nel passaggio alla maggiore età, il rafforzamento e la diffusione della pratica dell’affido e del sistema dei tutori volontari, l’accoglienza delle ragazze.

Le regioni italiane sede degli interventi

I giovani migranti accompagnati dai progetti

di Euro L’impegno economico sul territorio italiano

Never Alone news

«Minori MiGRANt(D)i»: voci di minori già grandi

«Minori MiGRANt(D)i, è un titolo che nasconde tanti significati: siamo ancora minori, ma siamo anche tanto grandi da affrontare viaggi che ci hanno condotto in tanti Paesi». Il blog minorimigranti.coopdedalus.org raccoglie le voci dei ragazzi del Centro Interculturale Nanà, un luogo di incontro, confronto e scambio promosso a Napoli dalla Cooperativa Sociale Dedalus. Segue

Dall’Africa all’Europa: i nodi della tratta minorile

“Strada Facendo. Dall’Africa all’Europa: i nodi della tratta minorile”: a Bologna, due giornate di formazione per approfondire il tema del rischio di tratta per le ragazze che arrivano sole sul territorio italiano, una tematica sempre più attuale che merita attenzione, confronto e formazione dedicata. Segue

Casa Santa Chiara: a porte aperte

Un luogo per sperimentare se stessi e interagire con la comunità, proseguendo il proprio cammino verso l’autonomia. Lunedì 21 maggio, CIAI e la rete dei partner del progetto “Ragazzi Harraga” inaugurano Casa Santa Chiara, dedicata ai ragazzi migranti appena maggiorenni arrivati in Italia come minori soli. Segue

Minori e giovani non accompagnati: Italia, Germania e Grecia a confronto

Uno scambio transnazionale tra Italia, Germania e Grecia per favorire la diffusione di buone pratiche di inclusione di minori e giovani non accompagnati, con l'intento di creare e consolidare una rete di scambio e confronto a livello europeo: un progetto sostenuto dal programma europeo EPIM che coinvolge la Cooperativa Sociale Dedalus, la tedesca Deutsche Kinder- und Jugendstiftung e la greca Faros. Segue